COIN: il software che sostituisce gli avvocati

360.000 ore di lavoro all’anno di avvocati e esperti di legge, sostituiti da un software che analizza i contratti. Lo confermano i dati sull’ultima soluzione lanciata dalla banca d’affari Jp Morgan. Il colosso finanziario ha lanciato COIN, sistema basato sulla tecnologia del Machine Learning, in grado di leggere e interpretare accordi commerciali e contratti di prestito in pochi secondi. La soluzione è in corso di sperimentazione da giugno dello scorso anno e sfrutta le capacità di apprendimento che le macchine sviluppano su stimolo dell’uomo.

Continua a leggere su Corriere Innovazione

Fonte foto: flickr.com

Lascia un commento

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.