Art Bonus. 200 milioni raccolti in Italia. In Puglia solo 1 milione

Non è una terra di mecenati la Puglia, almeno a guardare i risultati dell’Art Bonus, la misura che prevede agevolazioni fiscali per i privati che destinano donazioni ai beni culturali. A quattro anni dalla sua introduzione sono meno della metà – 10 su 29 – le fondazioni che hanno ricevuto fondi, come scrive Repubblica. Eppure la misura inventata dal ministro Franceschini in Italia ha raccolto quasi 200 milioni e non solo attraverso donazioni. Un altro modo di partecipare al capitale culturale del Paese è quello di offrire risorse che non siano finanziarie. Scrive Affari & Finanza: “mettere a disposizione non solo denaro, ma forze lavoro, competenze, infrastrutture. Come fa la Fondazione Tim per il restauro del mausoleo di Augusto a Roma, al quale oltre all’assegno di sei milioni mette proprie tecnologie per altri due milioni”.

Continua a leggere.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.