Il sindaco di New York contro i maggiori produttori di gas serra

Il 71% dei gas serra emessi dal 1988 sono stati causati da solo cento compagnie. Lo studio stabilisce che la responsabilità dell’inquinamento non è universale, ma si concentra nelle mani di un centinaio di aziende che sono la fonte di oltre il 70% delle emissioni di gas a effetto serra. Tra le compagnie c’è l’ENI (lo studio completo si può leggere qui).

Secondo quanto riporta GreenMe, il sindaco di New York avrebbe dichiarato guerra ad alcune di esse: “New York punta il dito contro i colossi del petrolio colpevoli di minimizzare i rischi delle emissioni di gas serra nell’atmosfera. Il piano annunciato dal sindaco Bill De Blasio promette di far causa alle aziende. Ecco chi è coinvolto. Nel mirino delle autorità newyorkesi finiscono Exxon, Chevron, Bp, Royal Dutch Shell e ConocoPhillips, che secondo l’amministrazione comunale promuovono i loro prodotti, ma non specificano l’impatto che gli stessi hanno sull’ambiente”.

Nonostante Trump abbia fatto fare passi indietro di decenni rispetto alla lotta contro i cambiamenti climatici, negli stessi Stati Uniti esistono realtà anche istituzionali in prima linea a difesa della sostenibilità.

 

Lascia un commento