Spreco di cibo. Ogni anno buttati 1.200 miliardi di dollari

Avete presente quando da piccoli vi dicevano di finire tutto il piatto, che non si getta niente, ecc. ecc. Bene, i vostri genitori, inconsapevolmente, vi stavano educando a salvare il Pianeta. Lo spreco alimentare impoverisce il nostro pianeta in quanto rappresenta anche uno spreco delle risorse utilizzate come terra, acqua, energia. Produrre cibo che non sarà consumato comporta inutili emissioni di co2 oltre alla perdita di valore economico del cibo prodotto. La lotta allo spreco alimentare rappresenta dunque un punto di grande importanza negli sforzi per combattere la fame, aumentare il reddito e migliorare la sicurezza alimentare nei paesi più poveri del mondo.

Lo spreco alimentare è un argomento difficile da trattare. Basti solo pensare che non esiste ancora una sua definizione univoca né a livello istituzionale, né nella letteratura scientifica specializzata. La FAO definisce lo spreco alimentare come qualsiasi sostanza sana e commestibile che – invece di essere destinata al consumo umano – viene sprecata, persa, degradata o consumata da parassiti in ogni fase della filiera agroalimentare. Si tratta di prodotti perfettamente utilizzabili, ma non più vendibili, in quanto perdono le caratteristiche di “merce”, ma non di “alimento”, e che sono destinati a essere eliminati e smaltiti, in assenza di un possibile uso alternativo.

Se lo spreco alimentare fosse una città sarebbe grande dieci volte Manhattan, lo dice la Ricerca del The Boston Consulting Group ma giacché siamo in Italia, lo traduciamo in geografia locale: lo spreco alimentare attualmente copre un’area vasta come la Provincia di Rimini. Trasponiamo adesso il dato geografico in soldoni. Ogni anno nel cestino vanno a finire 1.200 miliardi di dollari, e tra 12 anni questi diventeranno 1.500 miliardi.

Le Nazioni Unite vorrebbero dimezzare lo spreco entro il 2030, ma nonostante le iniziative di legge e gli obiettivi fissai dall’ONU la strada è ancora lunga.

Continua a leggere…

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.